IDEAPUGLIA ONLUS INIZIATIVE PER DISABILI E ANZIANI
Iniziative recenti

CONVENZIONE ONU SUI DIRITTI DELLE PERSONE CON DISABILITA’:
DIRITTI CIVILI, DIGNITA’ UMANA, PARI OPPORTUNITA’
DA SEMPLICI PRINCIPI A GARANZIE DA AFFERMARE

Presidente: Prof. Michele Lastilla
Associazione ONLUS per la integrazione sociale, informazione e tutela dei diritti delle persone disabili e anziane . Servizio di sportello sociale e di ascolto per disabili, anziani, loro famiglie.

 

RINNOVAMENTO DEMOCRATICO, movimento disabili visivi, pluriminorati, loro famiglie a tutela dei diritti per il rinnovamento e la democrazia, in collaborazione con IDEAPUGLIA, associazione onlus per la integrazione sociale, informazione e tutela dei diritti delle persone disabili e anziane, promuovono importantissima iniziativa di solidarieta' attiva alle famiglie dei disabili per la riaffermazione del diritto allo studio.

In questi ultimi tempi il sostegno scolastico  agli alunni disabili ha subito modificazioni tali da creare serissimi disagi. Molti alunni disabili  sono privi dell'insegnante di sostegnoo ne sono stati privati in parte con gravissimo nocumento. Sulla stampa nazionale e locale ci e' dato di leggere ogni giorno della disperazione delle famiglie che  per la mancanza del docente di sostegno o per il taglio delle ore di assistenza vedono il proprio figlio privato di interventi indispensabili per garantire il diritto allo studio, diritto ritenuto da molti tribunali nelle loro sentenze quale diritto inviolabile e quindi innegabile.


Per questo IDEAPUGLIA e il movimento RINNOVAMENTO DEMOCRATICO hanno inteso promuovere una azione di sostegno e di aiuto alle famiglie per predisporre il ricorso al tar e per il riconoscimento del diritto allo studio ottenendo la sospensiva del provvedimento che ha privato i loro figli delle ore di sostegno. Le famiglie che intendono fare ricorso saranno assistite da IDEAPUGLIA e RINNOVAMENTO DEMOCRATICO attraverso il loro  studio legale del prof. Cataldo Balducci gratuitamente.


Con vivo piacere, finalmente,  posso annunciare che siamo riusciti a prendere una iniziativa concreta, seria e efficace per venire in aiuto alle famiglie degli scolari non vedenti e con altre disabilita' per vedere riaffermato il diritto inviolabile eppur negato del diritto allo studio. L'iniziativa ha il fine di ottenere il sostegno scolastico e altre provvidenze in materia di diritto allo studio, diritto sancito dalla carta costituzionale, dall'onu, dalla comunita' europea e dalla civilta'. Faccio presente che il nostro aiuto e' esteso a tutte le famiglie di alunni disabili e quindi non solo ai soggetti non vedenti che vivono in qualsiasi localita' d'Italia. Mi preme sottolineare che Il nostro aiuto e' rivolto alle famiglie di soggetti disabili e non solo non vedenti. Questo in onore al principio di concreta ed effettiva solidarieta'.

Tutte le famiglie interessate e le persone che sono in grado di raggiungerle
possono suggerire loro di prendere immediati contatti col sottoscritto
presidente di IDEAPUGLIA e coordinatore del movimento Rinnovamento
democratico per conoscere nei dettagli le caratteristiche della iniziativa e i costi da sostenere unicamente relative alle spese vive e i termini delle scadenze.
Di seguito si puo' leggere il comunicato dello studio legale del prof.
Cataldo Balducci docente di diritto del lavoro alle universita' di Bari e
Lecce e legale di IDEAPUGLIA e del MOVIMENTO RINNOVAMENTO DEMOCRATICO. Lo studio legale del prof. Balducci prestera' alle famiglie, su tutto il territorio nazionale, l'assistenza dovuta e preparera' il ricorso al TAR
gratuitamente.

Si fa presente che i costi indicati dal prof. Balducci per il ricorso
possono essere ridotti di molto in situazioni particolari.


Avvertiamo gli interessati che i termini per il ricorso, come indicato nel
comunicato del prof. Balducci hanno scadenze precise oltre le quali si
dovra' procedere diversamente.

Per informazioni piu' dettagliate sulle procedure, i costi, i termini delle scadenze e per contatti: prof. Michele Lastilla coordinatore del movimento Rinnovamento Democratico.


***


Studio legale Balducci, Caracuta, Lecce


Oggetto: tutela del diritto all'istruzione e all'integrazione scolastica per
i diversamente abili alla luce delle finanziarie 2007 e 2008.


Attualmente la finanziaria 2007 e la finanziaria 2008 hanno abrogato il
criterio per la formazione dell'organico di diritto dei posti di sostegno,
precedentemente fissato in un posto ogni 138 alunni frequentanti,
sostituendolo con uno più realistico e rispondente al principio
costituzionalmente garantito del diritto all'integrazione scolastica, di
rispettare le "effettive esigenze" dei singoli alunni.


Inoltre, la legge finanziaria 2008 ha abrogato le norme che consentivano le
deroghe ed ha fissato comunque un tetto massimo di un posto di sostegno
mediamente ogni due alunni certificati in situazioni di handicap, siano o
meno in situazione di gravità.


Orbene tale limite posto dalla nuova legge finanziaria è alquanto
contrastante proprio con quelle che sono " le effettive esigenze"che di
volta in volta vengono rilevate dai singoli casi concreti, ponendosi
indubbiamente in contrasto con il diritto costituzionalmente garantito
all'istruzione e all'integrazione scolastica.


Pertanto, nei casi in cui le famiglie dei disabili dovessero ritenere che l'Ufficio Scolastico Provinciale competente non ha provveduto ad assegnare le ore di sostegno rispondenti "alle effettive esigenze rilevate", possono fare ricorso al TAR e chiedere la sospensiva del provvedimento, quando non sono decorsi i termini di 60 gg. dall'emanazione dell'atto che si intende lesivo. Negli altri casi, invece, con apposita istanza, possono diffidare l'amministrazione competente ad aumentare le ore di sostegno, assegnando all'uopo 30 giorni di tempo, trascorsi i quali, se non vi è risposta, il provvedimento di assegnazione si intende rifiutato con "silenzio rifiuto". Quindi, tale provvedimento, ritenuto illegittimo, viene impugnato davanti al TAR. Al riguardo, ad. Es. il TAR Campania con ordinanza n. 1112 del 7/04/2008 ha accolto l'istanza di sospensiva promossa dalla famiglia di un alunno della Campania, che lamentava l'assegnazione di ore di sostegno ritenute insufficiente rispetto alle "effettive esigenze", disponendo, sia pure in via provvisoria ed urgente, l'aumento delle ore di sostegno, in attesa che
la questione venga decisa nel merito.
Anche il TAR per la Puglia, sez. di Lecce, con ordinanza 1726 del 30/11/2007 ha accolto l'istanza di sospensiva proposta da due famiglie di minori disabili, che impugnavano le determinazioni in cui venivano esplicitati i criteri di attribuzione delle ore di sostegno pedagogico.

Pertanto, in attesa che la tutela dei disabili si realizzi effettivamente, con l'eliminazione dei limiti previsti dall'attuale legislazione, per le famiglie degli alunni disabili non rimane altro che impugnare i provvedimenti lesivi dei diritti del minore innanzi al Giudice.Il costo per la proposizione del ricorso, nel caso di unico ricorrente, è pari ad € 700,00 , di cui € 500,00 per contributo unificato ed € 200,00 per spese generali; nel caso, invece, di più ricorrenti la somma di € 500,00 verrà divisa tra tutti i ricorrenti, mentre ciascuno verserà € 100,00 , quale contributo alle spese generali.

Studio legale Balducci, Caracuta, Lecce

 

Sostieni le nostre iniziative inviandoci un contributo :

COORDINATE BANCARIE

Numero di conto corrente 10 000 000 2524

A.B.I: 01010 C.A.B: 04014

IBAN: IT43 0010 1004 0141 0000 0002 524

Iscriviti a ideapuglia
Powered by it.groups.yahoo.com
 

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere informazioni da noi

N.B.: Ad e mail ricevuta, cliccare su Rispondi e successivamente Invia, senza modificare il testo

 

Sito aggiornato al 12 Marzo 2010

 

 

Webmaster

Elsa Lastilla

 

 

Ideapuglia Onlus, iscritta al N.968 del registro generale delle organizzazioni di volontariato della Regione Puglia